Da “La Stampa”: Un ciclista su tre non rispetta il codice della strada

3
1858
Divieto di transito per le biciclette

Nell’articolo “Le città pedalabili” tramite la forma del racconto, noi di Stile Democratico auspicavamo una maggiore propensione e sensibilità al tema della ciclabilità delle nostre città.

Il nostro post ha subito ricevuto vari commenti, facendo risaltare le nuove esigenze. Quest’articolo di Emanuela Minucci rilanciato da La Stampa del 23/09/2013 evidenzia quello che da proposta, sta diventando esigenza. Esigenza a cui le politiche devono ora trovare risposte adeguate.

Vai all'articolo

3 COMMENTI

  1. Giornalismo -per me- di bassa lega, che va a rimestare nei malumori
    e li solletica con racconti non circostanziati ed errori di sostanza:
    per dirne uno, il marciapiede dei ponti è ciclabile, e questo cambia tutto,
    nell’approccio e nel ragionamento.
    Il vero pericolo è la commistione dei cicli coi pedoni, lo sa tutt’Europa.
    Ergo: ciclopiste. Punto.
    Ed educazione stradale nelle scuole. Molta di più…

  2. Quello che ho già detto sulla tua pagina personale, che corrisponde esattamente ai commenti di Paolo Picco. Questa roba non è degna di esser chiamata giornalismo e non meriterebbe nemmeno tanta attenzione. Sottolineo ancora che l’articolo dice che non ci sono statistiche, che si basa sulle lettere inviate al giornale e poi sbandiera “un ciclista su tre”. Disgustoso.

RISPONDI